BERBERIS compresse e idromiele

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Fegato
Digestione
Sindrome metabolica

Ingredienti e tenore giornaliero Berberis

COMPRESSE: Berberis (Berberis Vulgaris L.) corteccia radice polvere 2700mg. Addensanti: gomma arabica (Acacia senegal Wild.), cellulosa microcristallina, magnesio stearato vegetale.
LIQUIDO: Berberis (Berberis Vulgaris L.) fusto 675mg, acqua e miele.

Contenuto Berberis

CONTENUTO COMPRESSE: in flacone PET, 60 compresse da 500mg (30g).
CONTENUTO LIQUIDO: in flacone di vetro con contagocce, 50ml o 100ml.

Modalità d’uso

MODALITÀ D’USO COMPRESSE: 2 compresse dopo i 3 pasti principali.bERBERIS IDRO E COMPRESSE
MODALITÀ D’USO LIQUIDO: 50 gocce in poca acqua 3 volte al giorno per il liquido.

Effetto fisiologico

favorisce la fisiologica funzionalità epatica e digestiva, regolarizza il transito intestinale.

Caratteristiche

I più importanti principi attivi di BERBERIS compresse e idromiele sono la berberina (un’isochinolina) e la berbamina (un benzilisochinolina). La berberina, come dimostrato da studi recenti, risulta utile nel ridurre il grasso presente attorno al fegato, che porta alla steatosi.

Il BERBERIS compresse e idromiele previene soprattutto la proliferazione di cellule stellate, principale causa di fibrosi epatica.

La radice del berberis ha effetti benefici anche sul sangue. Infatti è dimostrato che la berberina riduce il livello totale di colesterolo nel sangue. Importante notare come questo risultato non venga ottenuto con lo stesso meccanismo delle statine: mentre queste ultime si limitano a inibire la sintesi del colesterolo nel fegato, la berberina potenzia le capacità del fegato di gestire il colesterolo e migliora l’attività degli inibitori naturali dei recettori di colesterolo.

In test di laboratorio, la berberina, unitamente a steroli vegetali, ha dimostrato una particolare capacità di inibire totalmente l’assorbimento di colesterolo negli animali su cui è stato effettuato il test.
La berberina è stata testata con successo anche in casi di diabete mellito: essa infatti è in grado di ridurre il tasso di zuccheri nel sangue in modo paragonabile alla metformina.

Gli studi dicono che la berberina induce particolari modifiche alle molecole di glucosio e questo previene l’insulino resistenza.

Sinergie

In caso di digestione lenta e gonfiore: con COLIC.
In caso di digestione lenta e acidità: con ESPINEIRA.
In caso di colesterolo molto altro: con COLESYG.
In caso di epatiti: con EPA ABCD.

SCARICA la scheda completa

Video di approfondimento sulla sindrome metabolica